La convivenza con una cittadina italiana esclude il decreto di espulsione dallo Stato
1 Novembre 2016
Garanzia su acquisto di auto usata e responsabilità del venditore per vizi occulti
1 Novembre 2016

Minacce di morte e lesioni, il giudice di pace potrebbe non punire il colpevole se il fatto è tenue.

Minacciare di morte una persona e dirle «Ti ammazzo» o «ti devo ammazzare» integra il reato di minacce, tuttavia il colpevole potrebbe non essere mai punito se il fatto non è stato già ripetuto in passato. Questo perché, con una recente riforma, tutti i reati sanzionati con la pena pecuniaria o con la reclusione fino a 5 anni, vengono automaticamente archiviati e non si procede più alla punizione del colpevole. Ebbene, il reato di minaccia è punito con una multa fino a 1.032 euro; se la minaccia è grave, la pena è la reclusione fino a un anno. Esso dunque rientra a pieno titolo tra quei crimini a cui si applica tale nuovo trattamento di favore (detto «tenuità del fatto»), anche se di competenza del giudice di Pace, come chiarito dalla Cassazione.

Tali principi sono stati di recente affermati da una sentenza del giudice di Pace di Afragola .

Quando il giudice decide di applicare la tenuità del fatto archivia il procedimento salvo che il presunto colpevole voglia andare avanti per affermare la propria innocenza. Se il procedimento viene archiviato, non si applica la pena, ma la fedina penale resta “sporca”.

 La tenuità del fatto non si può applicare se l’indagato/imputato:

– ha già commesso altri fatti che risultano simili per condotta, scopo od oggetto di offesa;

– ha commesso un reato che riguarda comportamenti abituali, plurimi o reiterati: è ad esempio il caso dello stalking, per il quale il colpevole non potrà ottenere la non punibilità, neanche per una volta;

– è stato dichiarato delinquente abituale, professionale o per tendenza.

Minacciare di morte una persona non viene più punito

Minacciare di morte una persona e arrivare a darle uno spintone possono rientrare nella «particolare tenuità del fatto» se non hanno prodotto conseguenze gravi e la parte lesa si è completamente disinteressata al procedimento penale. Studio Legale Milano

Fonte: La Legge per tutti

Studio Legale Milano, minacciare, Studio Legale Milano, Avvocato Milano, Studio Legale Milano, NomoLex Studio Legale, Studio Legale Milano, Studio Legale Milano